Avere emorroidi è una delle sensazioni più fastidiose che colpiscono una grande percentuale della popolazione, soprattutto tra i 45 e i 65 anni. È una malattia della zona anale caratterizzata da “vene gonfie nell’ano e nella parte inferiore del retto, simili alle vene varicose”, spiegano alla Mayo Clinic.

In questo senso, le emorroidi possono originarsi all’interno del retto (interno) o sottocutaneo intorno all’ano (esterno). Pertanto, i sintomi possono variare a seconda del tipo di emorroidi e ci sono diverse alternative per il suo trattamento, sebbene i sintomi possano generalmente essere alleviati con rimedi casalinghi e cambiamenti nello stile di vita.

Suggerimenti per alleviare i sintomi a casa

Alcuni dei segnali di avvertimento più comuni quando si soffre di emorroidi esterne sono solitamente irritazione o prurito nell’area, dolore o sanguinamento. Nel caso delle emorroidi interne, di solito non si vedono o non si sentono e raramente possono causare disagio.

Ma come possono essere alleviati questi sintomi e persino prevenire le emorroidi? “Il modo migliore per prevenire le emorroidi è mantenere le feci morbide” in modo da non disturbare il normale funzionamento dell’area dell’ano e del retto. A questo proposito, gli specialisti della Mayo Clinic offrono i seguenti consigli:

Mangia più cibi ricchi di fibre, come frutta, verdura o cereali integrali. “Farlo ammorbidisce le feci e ne aumenta il volume, il che ti aiuterà a evitare lo sforzo che può causare le emorroidi”.

Bevi abbastanza liquidi per mantenere le feci molli.

Aggiungi integratori di fibre alla dieta per raggiungere la dose giornaliera raccomandata di 20-30 grammi.

Non fare sforzi durante lo svuotamento delle viscere per non esercitare pressione sulle vene nella parte inferiore del retto.

Non aspettare di andare in bagno.

Fare esercizio regolarmente per “prevenire la stitichezza e ridurre la pressione sulle vene”.

Evita di stare seduto a lungo, specialmente sul water.

Allo stesso modo, è fondamentale evitare il consumo di alcol e ridurre l’assunzione di sale nei pasti per facilitare la digestione e migliorare la ritenzione di liquidi. D’altra parte, uno dei rimedi casalinghi per eccellenza è un bagno caldo o semicupo per 10 o 15 minuti due o tre volte al giorno con piante medicinali come l’amamelide o il cipresso.

L’aloe vera è un altro rimedio naturale che può essere utilizzato per alleviare il dolore o il prurito nella zona anale, mentre alcune piante come la camomilla contengono proprietà benefiche per ridurre l’infiammazione delle emorroidi.

Rispondi