Uno dei temi più chiacchierati dopo l’Eurovision Song Contest è il presunto gesto di Damiano David, il cantante dei Maneskin, il gruppo italiano vincitore del concorso, in cui sembrava sniffare delle droghe.

L’artista ha smentito i fatti sabato sera e questa domenica la European Broadcasting Union (EBU), che organizza il festival, ha rilasciato una dichiarazione al riguardo.

Siamo consapevoli della speculazione che circonda il videoclip dei vincitori italiani dell’Eurovision Song Contest nella Green Room di ieri sera “, si legge nel comunicato.” La band ha energicamente smentito le accuse di uso di droghe e il cantante in questione si sottoporrà a un test antidroga volontario dopo il ritorno a casa. Ciò è stato richiesto da loro ieri sera ma non ha potuto essere organizzato immediatamente dall’EBU “, spiegano.

Il comunicato prosegue: “La band, il suo management e il capo delegazione ci hanno informato che non c’erano droghe presenti nella Green Room e ci hanno spiegato che un bicchiere si è rotto sul loro tavolo ed è stato raccolto dal cantante”.

“L’EBU può confermare che il vetro rotto è stato trovato dopo una revisione in loco. Stiamo ancora analizzando attentamente le immagini e aggiorneremo con maggiori informazioni a tempo debito”, conclude la nota.

Sabato il gruppo ha dichiarato sul proprio account Instagram: “Siamo molto scioccati da quello che dicono alcune persone sul fatto che Damiano fa uso di droghe. Siamo contro la droga e non abbiamo mai preso cocaina. Siamo pronti a fare un test, perché non abbiamo niente da nascondere, siamo qui per suonare la nostra musica e siamo così felici di vincere l’Eurovision che vogliamo ringraziare tutti voi per il vostro supporto. Il rock non muore mai, vi amiamo “.

Rispondi