A partire dal 26 aprile con il nuovo decreto legge potremo assistere a nuove riaperture, ma anche a molte chisure e limitazioni che saranno confermati.

1 Coprifuoco confermato dalle ore 22 alle 5, spostamenti tra regioni arancione e rosse, certificazione verde per chi riceve il vaccino, seconde case…

2 Il Governo ha chiarito alcuni dubbi: per i bar e ristoranti in zona gialla consentono l’ingresso nel locale ai soli clienti che devono usare i servizi igienici, per effettuare il pagamento o per acquistare i prodotti per l’asporto e comunque solo per il tempo strettamente necessario senza creare assembramenti.

3 Per il commercio in zona rossa, il governo afferma che “trasporto, consegna e montaggio di mobili rientrano nella comprovata esigenza lavorativa”, sono consentite “consegne alimentari anche fuori dal proprio comune”.

4 Una delle domande più frequenti. Questo certificato attesta l’avvenuta vaccinazione della persona. Viene rilasciato dall’ente dove dove si è stati vaccinati o dal medico di base. Serve per gli spostamenti tra regioni arancione e rosse.

5

Tra quali regioni ci si può spostare? Quali sono le limitazioni? A partire dal 26 aprile ci si potrà spostare tra regioni gialle senza limitazioni, mentre se ci si sposta tra regioni rosse e arancioni per motivi di lavoro sarà sufficiente l’autocertificazione. Per quanto riguarda il tampone per viaggiare, i bambini di età inferiore ai due anni ne saranno esenti.

6

Buona notizia per gli sportivi che potranno tornare a praticare il calcetto e altri sport di contatto, pur rimanendo ancora vietato l’utilizzo di spogliatoi.

Rispondi