Il governo starebbe valutando eventuali riaperture delle attività commerciali a partire dal 20 aprile, sulla base dell’andamento della curva epidemica

Continua il pressing delle regioni nei confronti del governo per chiedere nuove riaperture delle attività commerciali già a partire dal prossimo 20 aprile.

In questa data infatti, l’esecutivo dovrebbe valutare l’andamento del contagi sul territorio nazionale, programmando la conseguente ripresa dell’esercizio per alcune categorie di lavoratori, tra i quali quelli attivi in bar, ristoranti, cinema e teatri, per poi proseguire anche con palestre e piscine.

La sintesi, trapelata nelle ultime ore, delle richieste che le regioni presenteranno al governo durante la riunione che si terrà nella giornata di giovedì è la seguente: “Fornire prospettive a quei settori chiusi valutando aperture subito dopo il 20 aprile, nel caso di un miglioramento dei dati epidemiologici, per poi permettere da maggio la ripartenza di attività in stand-by da troppo tempo come le palestre”.

L’ipotesi principale al momento sul tavolo è quella di consentire le riaperture a quelle regioni che sulla base dei dati si troverebbero di fatto in zona gialla, in deroga dunque all’ultimo decreto che prevede soltanto zone rosse o arancioni fino al 30 aprile.

Rispondi