Alcuni giocatori del club italiano della Juventus sono stati coinvolti in una nuova crisi, la prima delle quali è stata il campione americano McKennie dopo aver organizzato una festa illegale a casa sua.

Secondo il quotidiano spagnolo “Mundo Deportivo”, la polizia ha fatto irruzione nel concerto, che ha violato le regole imposte per limitare la diffusione del Coronavirus, dopo che aveva coinvolto più di 20 persone, a seguito di una segnalazione dei vicini del giocatore.

Il giornale ha rivelato che alla festa erano presenti Paulo Dybala e Arthur, oltre a numerosi altri giocatori della vecchia signora, che avevano lasciato la festa prima del raid della polizia, oltre alla presenza di alcune famiglie dei giocatori. .

Mentre sembra che la festa sia avvenuta dopo l’imposizione del coprifuoco in Italia, ciò che ha peggiorato la situazione è stata la sofferenza della polizia ad aprire la porta di casa.

Il report sottolinea che i giocatori coinvolti nella festa saranno molto probabilmente puniti dalla dirigenza del club bianconero, in quanto si prevede che infliggano loro una multa.

Rispondi