Più di 44 milioni di persone negli Stati Uniti d’America hanno ricevuto una vaccinazione completa contro il virus Corona, cioè circa il 13% della popolazione, e una piccolissima frazione di queste persone, circa lo 0,00045%, ha una reazione allergica, i cui sintomi variano da orticaria e semplici allergie all’anafilassi. In questo rapporto, apprendiamo i segni che sei allergico al vaccino Pfizer, Moderna e Johnson

Il dottor Sanjeev Jain, allergologo, immunologo e CEO della Columbia Allergy Corporation, ha dichiarato: “Fortunatamente non sono a conoscenza che qualcuno sia effettivamente morto per aver ricevuto il vaccino”.

Ha spiegato che il responsabile dell’allergia nei tre vaccini autorizzati negli Stati Uniti, due componenti: polietilenglicole (PEG) e polisorbato, questi sono additivi comuni che aiutano molti prodotti a mantenere una migliore umidità e aderire tra loro in modo uniforme .

Nell’industria farmaceutica, questi materiali possono essere utilizzati per fornire vaccini e farmaci fragili in formulazioni convenienti. Sono anche utilizzati in molti altri modi per rendere le cose più semplici e possono essere trovati in qualsiasi cosa, dagli alimenti trasformati ai preparati per la colonscopia e alle creme per il viso.

PEG e polisorbato sono due ingredienti principali nei vaccini Corona autorizzati per l’uso negli Stati Uniti (entrambi i vaccini includono Pfizer e Moderna) mentre il vaccino di Johnson contiene polisorbato. Il dottor Jain ha detto: “Anche se sei allergico a uno di questi componenti del vaccino, ci sono ancora modi per essere vaccinato in sicurezza”.

Quali sono gli ingredienti reattivi nei vaccini COVID-19 di Pfizer, Moderna e Johnson?

Mentre alcune persone potrebbero voler prendere in considerazione gli ingredienti inclusi in ciascun vaccino, è importante che le persone con allergie gravi abbiano anche una conoscenza di base di ciò che non è in nessuno di questi vaccini. Non ci sono conservanti, né uova, né lattice e gli ingredienti che dovrebbero essere. L’attenzione su di loro sono il PEG e il polisorbato.

I vaccini per Pfizer e Moderna sono molto simili ed entrambi contengono PEG
I vaccini dipendono dall’mRNA e includono una miscela di grassi, sali, zuccheri e acidi, per trasferire all’organismo le prove delle importanti istruzioni genetiche per il vaccino, per insegnargli a combattere il virus Corona.

Il polietilenglicole (PEG) è una delle sostanze lipidiche (o lipidiche) incluse in entrambi i vaccini per aiutare a stabilizzare e rivestire gli ingredienti principali.

Il vaccino Johnson è diverso e funziona iniettando DNA virale nel braccio di una persona e contiene polisorbato, ma questo non significa che il vaccino Johnson sia necessariamente un’opzione migliore per le persone con grave allergia al PEG.

Il CDC ha confermato che esiste una “ipersensibilità reattiva” tra PEG e polisorbato, il che significa che una persona allergica a una sostanza può interagire anche con l’altra.

“Il polisorbato è una sostanza chimica molto simile al polietilenglicole, quindi ci sono buone probabilità che se qualcuno ha un’allergia al polietilenglicole avrà anche un’allergia al polisorbato”, ha detto Jain.

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense non consiglia a nessuno con allergie di evitare categoricamente la vaccinazione contro il corona, ma il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) afferma che dovresti evitare qualsiasi vaccino specifico che contenga un ingrediente a cui sei allergico ( come PEG o polisorbato).

Modi per sapere se hai avuto una reazione allergica al vaccino Corona in anticipo
Una buona indicazione che potresti essere a rischio, ha detto Jain, è se hai già interagito con un vaccino precedente (come un vaccino antinfluenzale) .In questo caso, consulta un allergologo prima di farti vaccinare.

Se si soffre di allergie gravi a componenti di un particolare vaccino, il medico potrebbe comunque essere in grado di raccomandare un trattamento che renda il vaccino sicuro, sebbene richieda molto tempo.

“Quello che molti allergologi stanno facendo ora è testare sistematicamente le persone per una possibile allergia al polietilenglicole”, ha detto Jain.

Un modo per farlo con relativa sicurezza è che l’allergologo dia al paziente un po ‘di Miralax che è un lassativo contenente PEG, dopodiché il paziente può iniziare a provare nausea o mal di testa – segnali di allarme che possono essere allergici al PEG.

Dopo questo esame, queste persone possono scegliere di sottoporsi a desensibilizzazione.Il processo di desensibilizzazione comprende due sessioni di sei ore ciascuna, in cui ai pazienti viene somministrato PEG in dosi piccole e crescenti utilizzando un’iniezione endovenosa.

I pazienti devono ricevere la seconda dose di vaccino a mRNA entro 24 ore dalla seconda sessione endovenosa, poiché il PEG rimane nel corpo per un’intera giornata e i pazienti non sperimenteranno alcuna reazione durante quel periodo.

Bra……..✍ i-talia-24.com

Fb: i-talia-24.com

YouTube:i-talia-24.com

Google: i-talia-24.com

Rispondi