Lombardia zona rossa

In base alle indicazioni fornite dal Comitato tecnico-scientifico la fascia più restrittiva, attualmente in vigore in Campania, Molise e Basilicata, si dovrebbe attivare automaticamente in quelle regioni e province dove i contagi settimanali superino i 250 casi ogni 100 mila abitanti. A finire in lockdown potrebbero dunque essere, oltre alla Lombardia, anche Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche e le province autonome di Trento e Bolzano. Ma sono quasi sicure del rosso anche Lazio, Calabria, Toscana e Veneto.

Annunci

Complici i dati sull’indice di contagio e sui ricoveri, sono stati gli stessi amministratori regionali ad affermare la possibilità dell’entrata in zona rossa. Alcune di queste regioni hanno in realtà già al loro interno lockdown provinciali o comunali. A cambiare colore potrebbe essere anche la Puglia, che dovrebbe passare da giallo ad arancione con punte di rosso nelle aree più colpite.

Il governatore Michele Emiliano ha infatti affermato che “la terza ondata sta arrivando e al ministro Speranza preannuncio, in una lettera, che stiamo superando tutti i parametri. La crescita dell’epidemia è vorticosa, mai vista“. Il Presidente ha altresì aggiunto che spingerà i sindaci ad adottare misure anti assembramento e che “probabilmente il governo si accinge a un passaggio da zona gialla a zona arancione o addirittura rossa in alcune aree“.

Elisabetta Canalis

Rispondi