La Juventus esce dalla Champions League dopo non aver battuto il Porto, vincendo la partita della giornata 3/2, dopo aver perso in Portogallo 2/1, qualificando il Porto con il vantaggio di reti fuori terra ai quarti di successo per l’allenatore Conceicao

La Juventus ha giocato  una buona partita e ha tanti buoni giocatori che hanno giocato ad alto livello, ma ancora una volta la squadra della vecchia signora è entrata male in partita, e questo, come ho detto prima, indica la mancanza di fiducia dei giocatori in ciò che pretende l’allenatore da loro.

Alla Juventus non sono mancati spirito e carattere, e l’evidenza è che dopo essere arrivato in ritardo in anticipo, è riuscito ad aggiustare la partita e ha fatto un grande sforzo con i suoi giocatori, ma erano vicini a segnare
   un terzo gol prima della fine del tempo originale. , ma oggi la Juventus è stata una squadra di momenti brillanti e unici, ma non gode di continuità durante le partite o nelle partite consecutive.

L’espulsione ricevuta dall’attaccante del Porto ha stranamente contribuito alla Juventus per un po ‘di tempo a controllare la partita, tuttavia la Juventus non aveva idee sul lato offensivo, nonostante controllasse spesso il pallone ma non riuscì a penetrare la difesa del Porto con pochi palloni, poiché Morata ha agito con possibilità Goffamente reale.

L’assenza di Cristiano e il deterioramento di Morata
Che  ha perso 3 importanti occasioni a disposizione per segnare quasi senza supervisione, e questo ci riporta a parlare del valore di Morata come cecchino, in quanto è un ottimo giocatore, ma non sempre ci si può fidare, o non si può definire il giocatore campione.

La Juventus ha puntato sui palloni opposti in direzione Chiesa, prima che l’allenatore del Porto Conceicao si accorgesse di aver chiuso l’anteriore di Cuadrado con l’introduzione di Diaz ed era già riuscito a chiudere quella quasi unica buca per il campione portoghese.

Cristiano Ronaldo era assente in quella partita tranne che nel tiro preliminare e facendo il primo gol per Chiesa
, Ronaldo si è trovato in isolamento e ha perso completamente l’armonia con il centrocampo, che stava lavorando su una ripetuta idea di lanciare palloni opposti di Arthur e Cuadrado e così Ronaldo non è riuscito a trovare i palloni che li sentissero E questo si aggiunge alla sua intesa inaspettata in quella partita con Morata, che sembra non essere stato pronto oggi sul lato mentale, visto che erano tutti a valle. .

L’eroismo dei cambiamenti del Porto e della Juventus è inutile

Tutti i giocatori del Porto hanno giocato una partita eroica, hanno superato fisicamente la Juventus nei tempi supplementari, nonostante abbia giocato 100 minuti su 120 minuti con dieci giocatori, oltre alla strepitosa chiusura degli spazi che conferma il profondo lavoro di Consisão dal lato tattico.

I cambiamenti di Pirlo sono stati inefficaci, ma hanno peggiorato la Juventus, dirigendo Chiesa, il miglior giocatore della Juventus, introducendo Kulusevski, poi facendo uscire Arthur e inserendo McKennie, e così la Juventus ha perso la caratteristica più importante delle scoperte di Chiesa o dei passaggi di Arthur che sono stati un po ‘buoni oggi, anche se la lentezza delle prestazioni era fuorviante.

Rispondi