Sabato, la Corte d’appello di Mosca ha confermato la sentenza contro il dissidente russo Alexei Navalny per aver violato i termini della supervisione giudiziaria. Il giudice ha leggermente ridotto la pena di un mese e mezzo, per Navalny, che dovrà scontare una pena di due anni e mezzo di carcere. L’opposizione russa comparirà davanti alla corte due volte sabato, in due casi separati.

Annunci

Sabato, la Corte d’appello di Mosca ha confermato la pena detentiva del dissidente russo Alexei Navalny con l’accusa di violazione dei termini della supervisione giudiziaria, secondo un giornalista dell’AFP presente alla sessione.

Il giudice che presiede la sessione, Dmitry Balashuf, ha leggermente ridotto la pena di un mese e mezzo, contro l’opposizione russa, Alexei Navalny, che è nel mirino in diversi casi legali, che dovrà eseguire una pena detentiva di due e mezzo anno.

L’opposizione russa ha perso un appello che aveva presentato contro una pena detentiva di oltre tre anni, che secondo lui è politicamente motivata. Durante il processo odierno, Navalny ha chiesto al giudice dell’udienza di liberarlo.

Navalny si presenterà in tribunale due volte sabato, in due casi separati, uno dei quali potrebbe portarlo in un campo di lavoro forzato per quasi tre anni.

Annunci

Le sessioni si svolgono in un momento in cui la Corte europea dei diritti dell’uomo questa settimana ha chiesto il rilascio del dissidente anti-corruzione di 44 anni, indicando la minaccia alla vita di Navalny, scampato per un pelo al processo di avvelenamento lo scorso anno.

Da parte sua, Mosca ha immediatamente respinto questa decisione, dopo aver ignorato gli appelli fatti dall’Unione Europea al riguardo, nonostante la minaccia di nuove sanzioni.

Al suo ritorno in Russia a gennaio dopo aver trascorso un periodo di recupero dopo essere stato avvelenato di cui accusava il Cremlino, Navalny è stato arrestato al suo arrivo in aeroporto e condannato il 2 febbraio a due anni e otto mesi di prigione.

Annunci

Il tribunale si è basato in questa sentenza su una precedente pena detentiva sospesa per frode, risalente al 2014, per aver violato i termini della vigilanza giudiziaria. Sabato mattina questa sentenza sarà impugnata.

Una portavoce del tribunale di Mosca, Ulyana Solopova, ha spiegato che l’amministrazione penitenziaria avrà la possibilità di trasferire l’opposizione in uno dei tanti campi di lavoro forzato in Russia, se la sentenza del 2 febbraio sarà confermata.

In una dichiarazione all’Agence France-Presse, ha affermato: “In generale, se l’appello conferma la decisione del tribunale di primo grado, questa decisione è considerata valida ed esecutiva”.

Sabato pomeriggio, Navalny comparirà davanti a un altro giudice nel caso di “diffamazione” di un ex soldato che ha partecipato alla seconda guerra mondiale.

Annunci

Navalny, il cui arresto a gennaio ha portato a tre giorni di manifestazioni represse dalla polizia, denuncia azioni legali inventate e durante le sessioni precedenti ha costantemente sfidato il tribunale.

E l’avversario crede che il Cremlino stia cercando di metterlo in prigione per zittirlo, dopo che l’estate scorsa non è riuscito a ucciderlo nel processo di avvelenamento. Mosca respinge le accuse.

Annunci

“Hanno indossato (i giudici) le loro vesti, hanno portato i loro martelli, hanno messo Navalny in una gabbia di vetro e hanno fatto finta che fosse fatta giustizia”, ​​ha detto in un video trasmesso su YouTube uno stretto collaboratore dell’opposizione, Ivan Zhdanov.

Navalny è preso di mira da altri casi. Un potente uomo d’affari vicino al presidente Vladimir Putin, Yevgeny Prigozhin, ha presentato una denuncia per diffamazione contro Navalny nella magistratura russa. Sta anche affrontando un’indagine per frode, un reato che comporta una condanna a dieci anni di carcere.

Annunci

L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno intensificato gli appelli per il rilascio di Alexei Navalny, mentre i suoi collaboratori hanno esortato i paesi occidentali a punire gli alti funzionari russi e quelli vicini a Putin. Mosca la considera una “interferenza” nei suoi affari e ha minacciato gli europei di ritorsioni.

Navalny ei suoi sostenitori intendono organizzare nuove manifestazioni contro l’autorità in Russia la prossima primavera e l’estate, con le prossime elezioni legislative.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...