I lavoratori della compagnia “Alitalia”, Italian Airlines, che ha sospeso le sue attività ed è entrata in liquidazione, hanno avviato manifestazioni che dureranno alcuni giorni ad Olbia, davanti al palazzo del distretto in Sardegna.

La manifestazione, che proseguirà fino al 13 febbraio, ha scatenato una spaccatura sul fronte sindacale, organizzata su invito dell’Autorità Piloti, delle associazioni Cobes, Usb e Anpav, mentre altri sindacati si sono opposti a questa manifestazione, tra cui Cgil, Cisl , Uil e Ugl, secondo l’agenzia “Ansa” italiana.

Annunci

Annunci

Il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Roberto Li Guiue, ha commentato che la controversia sui lavoratori di Air Italy, che rischiano di perdere il lavoro, va affrontata nel miglior modo possibile, attraverso un forte fronte e una risposta che lo consenta di risolvere il prima possibile e con le migliori condizioni desiderate.

Annunci
Annunci

Li Jiwei ha chiesto la nascita di un fronte comune per combattere questa decisione, aggiungendo: “È stato lanciato un appello per l’unificazione degli obiettivi delle forze politiche e di tutte le rappresentanze sindacali, in modo che non ci sia possibilità di indebolimento di proteste”

E Roberto Lee Jiwei ha indicato che ci sono 1.465 posti di lavoro minacciati tra Olbia e Milano, di cui 550 in Sardegna, aggiungendo che questi lavoratori beneficiano degli ammortizzatori sociali fino al 30 giugno.

Annunci

Rispondi