La polizia italiana ha arrestato un medico che lavora in un ospedale che accoglieva  pazienti malati di Coronavirus, dopo che si sospettava che avesse ucciso alcuni ammalati di Coronavirus somministrando loro dosi letali di anestetico, per porre fine allo stato di congestione all’interno dell’ospedale

Annunci

Le autorità di sicurezza italiane hanno confermato che il medico di 47 anni, Carlo Mosca, è accusato di aver somministrato dosi letali di farmaci anestetici a due pazienti, al fine di porre fine all’affollamento e alle pressioni sulla famiglia all’interno dell’ospedale, che si trova in Lombardia , e la polizia sta indagando su altre tre presunte vittime in Italia.

Annunci
Annunci

Le indagini hanno mostrato che il medico italiano ha messo da parte i suoi sentimenti e ha posto fine alla vita di un anziano di 61 anni e di un altro paziente di età superiore agli 80, dopo che la loro salute era peggiorata, ma erano ancora vivi.

Annunci

La polizia ha arrestato il medico, che ora è agli arresti domiciliari nella sua casa di Mantova, mentre la polizia sta indagando su altri tre morti dopo aver affermato che il medico assassino ha falsificato le cartelle cliniche delle sue presunte vittime per occultare il suo crimine.

Annunci

I documenti del tribunale hanno anche rivelato che il medico ha somministrato succinilcolina e propofol, entrambi usati per anestetizzare i pazienti Corona dopo aver ottenuto il loro consenso, ma le indagini hanno rivelato che il medico non ha informato le sue vittime del pericolo di questo farmaco.

Annunci

Le autorità italiane avevano ricevuto una denuncia sconosciuta alla fine di aprile, accusando il dottor Carlo di porre fine alla vita di alcuni ammalati

per alleviare l’affollamento dall’ospedale, ed è stato arrestato dopo aver confermato il suo crimine.

Rispondi