Dopo che il premier italiano Giuseppe Conte ha presentato le sue dimissioni, la crisi politica in Italia si è aggravata, aprendo la strada a consultazioni formali sui modi per superare quella crisi.

Annunci

L’ufficio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha detto che mercoledì pomeriggio inizierà le consultazioni con i vertici dei partiti e che ha chiesto a Conte di restare in grado di svolgere i lavori del presidente del Consiglio fino alla fine dei colloqui.

Annunci

Conte ha perso la maggioranza assoluta al Senato la scorsa settimana quando il suo socio più giovane, Italia viva guidato dall’ex primo ministro Matteo Renzi, si è ritirato dalla sua coalizione a causa di una disputa sulla gestione del coronavirus e della recessione economica da parte del governo.

L’Italia affronta 3 scenari per superare la crisi politica:

Il primo: un nuovo governo guidato da Conte

Annunci

Il primo è un nuovo governo guidato anche da Conte, poiché i giornali italiani vedono che la ragione principale delle dimissioni di Conte è il suo desiderio di formare un nuovo governo nel prossimo periodo, che otterrebbe la maggioranza assoluta.

Questo scenario, preferito dai partiti di coalizione (Cinque Stelle, Partito Democratico e Partito di Sinistra Libero ed Uguale), risiede nell’incarico di Conte di guidare un terzo governo nel caso in cui si formi un nuovo gruppo parlamentare nel Senato composto da parlamentari dissidenti dei partiti di Forza Italia e Living Italy e altri in maniera indipendente.

Annunci
Annunci

Il quotidiano “La Repubblica” ha citato Conte dicendo che il suo obiettivo è quello di creare un’alleanza che possa ottenere più sostegno dai membri del parlamento, sottolineando che il primo ministro spera di ottenere più sostegno dai membri centristi del parlamento.

Sebbene Conte sia sopravvissuto a un successivo voto di sfiducia in Parlamento, non è riuscito a ottenere la maggioranza assoluta al Senato, il che significa che le politiche del suo governo dovranno affrontare grandi sfide per farle approvare.

Il secondo scenario: un altro primo ministro

Annunci

Se il Presidente della Repubblica Mattarella lo ritiene necessario, può affidare l’incarico a qualcun altro che poi inizia i suoi colloqui per ottenere una maggioranza pronta a sostenere il suo governo, e in questo scenario la base parlamentare sarà ampliata, con Matteo Renzi che torna a il centrosinistra ma assegnando a qualcuno diverso da Conte la guida di un nuovo governo.

Annunci

Terzo scenario: elezioni:

Se Mattarella ritiene impossibile trovare una maggioranza e un Presidente del Consiglio disposto a rappresentarla, può sciogliere le Camere per restituire la parola agli italiani; Una delle date considerate come possibile votazione è l’11 aprile.

Molti giornali italiani hanno messo in guardia contro le dimissioni di Conte in questo momento, poiché ciò porta a più caos, soprattutto alla luce della crisi del Corona virus, poiché ciò porterà al ritorno della consueta rappresentazione italiana dell’instabilità del governo, ma in momenti straordinari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...