Il governo olandese guidato da Mark Rutte ha annunciato le proprie dimissioni dopo aver accusato per errore migliaia di famiglie di aver utilizzato in modo improprio i fondi governativi per l’assistenza all’infanzia e aver chiesto la restituzione.

Successivamente, dopo il coordinamento con le autorità fiscali, il governo ha ammesso l’errore a cui sono state esposte queste famiglie, per lo più appartenenti a minoranze e immigrati, che ha portato alcune di loro a soffrire di crisi finanziarie.

Rute ha inviato le dimissioni formali del suo governo.

Annunci

“Cittadini innocenti sono stati accusati e criminalizzati, e le loro vite sono state distrutte”, ha detto Rutte. Ha aggiunto in dichiarazioni alla stampa che la piena responsabilità spetta al suo governo.

Le dimissioni del governo sono arrivate in un momento delicato in cui il Paese sta affrontando lo scoppio dell’epidemia di Corona. La città dell’Aia prevedeva di imporre più chiusure e divieti di attività sociale.

Annunci

Secondo la legge olandese, il governo continuerà a condurre gli affari, fino alle elezioni parlamentari previste in anticipo il prossimo marzo, ad eccezione del ministro dell’Economia Eric Weibes, che si è dimesso immediatamente a causa del suo ruolo diretto nello scandalo.

Quando uno dei giornalisti le ha chiesto di raccontare se le dimissioni del suo governo fossero simboliche a causa delle prossime elezioni, ha risposto negativamente, sottolineando che si trattava di senso di responsabilità.

Non è la prima volta che il governo olandese si è dimesso in massa per senso di responsabilità politica.

Annunci

Un precedente governo si è dimesso nel 2002 dopo la pubblicazione di un rapporto che criticava le prestazioni dei ministri e il fallimento dell’esercito olandese nel prevenire il massacro dei musulmani nella città di Srebrenica nel 1995, durante la guerra civile in Bosnia ed Erzegovina.

Le forze olandesi che operano all’interno delle forze internazionali di mantenimento della pace in Bosnia erano responsabili della protezione dei musulmani disarmati della città, ma non hanno adempiuto alla loro missione, che ha permesso alle milizie serbe di assaltare la città e commettere massacri contro i civili musulmani.

quello che è successo?

Annunci

I genitori sono stati sorpresi di accusarli di corruzione finanziaria a seguito di semplici errori come non firmare i documenti che hanno presentato per richiedere sostegno ai loro figli, e in seguito sono stati costretti a pagare decine di migliaia di euro al governo senza dare loro il diritto di porre rimedio alla questione. Secondo uno dei ministri del governo dimissionario, “sono stati costretti a pagare i soldi”.

Le famiglie hanno subito devastazioni finanziarie a causa delle azioni dell’apparato amministrativo dello Stato, che è diventato un “nemico dei cittadini”. I rapporti familiari sono stati danneggiati dall’onere finanziario. Alcune famiglie sono state costrette a perdere la casa. Le madri hanno parlato dei loro problemi finanziari, piangendo davanti alle telecamere dei media.

Molte famiglie hanno lamentato problemi finanziari e pressioni che hanno portato a crisi psicologiche dopo essere state prese di mira dai funzionari fiscali.

L’anno scorso, i funzionari fiscali hanno ammesso che 11.000 persone erano state sottoposte a controlli aggiuntivi per avere un’altra nazionalità con cittadinanza olandese.

Annunci

Cosa hanno detto i genitori?
Lo scandalo è iniziato nel 2012. Il numero di genitori colpiti può raggiungere più di 26.000 persone, alcuni dei quali chiedono apertamente le dimissioni del governo dopo che la questione è stata rivelata, sottolineando di aver perso fiducia in esso e nella sua capacità di riformare il sistema fiscale.

Una madre, a seguito di un errore nel sistema fiscale, è stata esposta a un credito fiscale per un importo superiore a 48.000 euro. Quando ha cercato di spiegare loro qualcosa che non andava, i funzionari delle tasse hanno interrotto gli aiuti governativi che riceveva interamente, non solo il mantenimento dei figli.

A causa della perdita degli aiuti governativi, non è stata in grado di pagare l’affitto della casa che ospitava lei ei suoi figli. Non era in grado di pagare le bollette e la compagnia di elettricità e gas ha tagliato la sua fornitura di energia prima che fosse licenziata e non è riuscita a trovare un altro lavoro perché era vista dalla società come un abuso del sistema di sussidi per i figli e per essere pagata illegalmente.

Annunci

Man mano che la pressione si accumulava su di lei, il suo rapporto con i suoi figli è crollato a causa della crisi psicologica che ne è derivata.

“Ci sono funzionari governativi che hanno permesso che lo scandalo accadesse e continuasse e hanno cercato di nasconderlo”, ha detto uno dei genitori.

Qual è il prossimo?
I sondaggi d’opinione in vista delle elezioni parlamentari previste per il 17 marzo mostrano che il Partito popolare per la libertà e la democrazia, guidato da Rute, è molto popolare, il che è probabile che Rute, che ha guidato 3 governi precedenti dal 2010, possa formare anche il prossimo governo.

Sebbene Ruteh abbia inizialmente respinto le dimissioni del governo, il passo è diventato necessario, soprattutto dopo le dimissioni di Ludwig Ascher, leader del partito laburista di opposizione in Parlamento, come reazione allo scandalo, soprattutto perché era ministro degli Affari sociali nel governo di coalizione dimesso.

La coalizione di governo, guidata da Rute, era composta da 4 partiti, guidati dal Partito popolare per la libertà e la democrazia, che è in cima alle urne, seguito dall’estrema destra Geert Wilders, ostile ai musulmani e alle minoranze.

Genitori e figli vittime dello scandalo hanno presentato una denuncia formale contro funzionari sia attuali che ex.

Il governo pagherà un risarcimento di almeno 30.000 euro a ciascun padre leso. Ma i genitori affermano che il risarcimento non è sufficiente.

Annunci

Prima delle dimissioni del governo, Sigrid Kaag, leader del Partito Liberale, ha detto: “È importante che il governo abbia la responsabilità politica di tutto ciò che è accaduto e dell’ingiustizia subita dai genitori”.

Il ministro delle finanze Alexandra van Hoffelin ha affermato che anche i bambini colpiti dallo scandalo dovrebbero ricevere cure “in modo che possano continuare la loro vita normalmente”.

Rispondi