Annick Le Guerrer, uno dei più famosi specialisti della storia della profumeria in Francia, ritiene che la domanda di profumi a base di oli essenziali aumenterà con “Covid-19”.

“L’industria dei profumi deve evolversi come risultato di questa crisi sanitaria. Le persone hanno bisogno di profumi per proteggerle da germi, batteri e virus”, ha detto Le Guerier.

L’esperto francese ha sottolineato allo stesso tempo che “la migliore protezione contro il virus, ovviamente, sono i vaccini. Ma i profumi possono ancora svolgere un ruolo nella protezione da germi e batteri. Forniscono una certa protezione, non necessariamente da Corona. Tuttavia, le persone che usano i profumi, Cercheranno protezione “, sottolineando che lei crede che” la richiesta di fragranze biologiche e naturali aumenterà sempre di più “.

L’esperto ha spiegato che i profumi sono stati usati per secoli come mezzo per combattere le malattie, aggiungendo in questo contesto, dicendo: “I profumi sono tra le prime medicine, e l’antico medico greco Ippocrate, sin dal V secolo aC, ne consigliava l’uso per combattere le epidemie che si diffusero ad Atene. I medici profumano per combattere epidemie e malattie “.


href=”Newchic.com”>https://www.newchic.com
Review collection Show

L’esperto francese ha continuato la conversazione dicendo: “Oggi i profumi non sono più utilizzati per questi scopi. Ma con questa crisi c’è una grande richiesta di profumi che proteggano da microbi e virus. È noto che gli oli essenziali hanno proprietà antisettiche, quindi c’è una richiesta di profumi realizzati con Questi oli, lavanda, rosa e gelsomino … penso che si svilupperanno in profumeria “.

Le Guerre ha indicato che le crisi nella storia hanno cambiato i gusti delle persone nel campo dei profumi, ad esempio, “la crisi economica ha portato all’inizio degli anni 2000 all’emergere di profumi dolci. Le donne li hanno profumati per calmarsi”.

A questo proposito, ha anche ritenuto che la necessità di mantenere una distanza per l’allontanamento sociale porterà a una preferenza per profumi più stabili che possono essere percepiti a distanza.

Lou Gerer ha continuato dicendo che la permanenza forzata a casa e il lavoro a distanza non ridurranno la domanda di profumi, aggiungendo che “i profumi sono sempre una sorta di supporto … anche se la donna lavora a distanza e sta a casa, l’uso dei profumi è già diventata un’abitudine”. Saldamente stabilito per lei. “

I-talia-24.com. beh.kmg.

Rispondi