Un famoso esperto francese spiega la relazione di un tipo specifico di profumo con il coronavirus

Annick Le Guerrer, uno dei più famosi specialisti della storia della profumeria in Francia, ritiene che la domanda di profumi a base di oli essenziali aumenterà con “Covid-19”.

“L’industria dei profumi deve evolversi come risultato di questa crisi sanitaria. Le persone hanno bisogno di profumi per proteggerle da germi, batteri e virus”, ha detto Le Guerier.

L’esperto francese ha sottolineato allo stesso tempo che “la migliore protezione contro il virus, ovviamente, sono i vaccini. Ma i profumi possono ancora svolgere un ruolo nella protezione da germi e batteri. Forniscono una certa protezione, non necessariamente da Corona. Tuttavia, le persone che usano i profumi, Cercheranno protezione “, sottolineando che lei crede che” la richiesta di fragranze biologiche e naturali aumenterà sempre di più “.

L’esperto ha spiegato che i profumi sono stati usati per secoli come mezzo per combattere le malattie, aggiungendo in questo contesto, dicendo: “I profumi sono tra le prime medicine, e l’antico medico greco Ippocrate, sin dal V secolo aC, ne consigliava l’uso per combattere le epidemie che si diffusero ad Atene. I medici profumano per combattere epidemie e malattie “.


href=”Newchic.com”>https://www.newchic.com
Review collection Show

L’esperto francese ha continuato la conversazione dicendo: “Oggi i profumi non sono più utilizzati per questi scopi. Ma con questa crisi c’è una grande richiesta di profumi che proteggano da microbi e virus. È noto che gli oli essenziali hanno proprietà antisettiche, quindi c’è una richiesta di profumi realizzati con Questi oli, lavanda, rosa e gelsomino … penso che si svilupperanno in profumeria “.

Le Guerre ha indicato che le crisi nella storia hanno cambiato i gusti delle persone nel campo dei profumi, ad esempio, “la crisi economica ha portato all’inizio degli anni 2000 all’emergere di profumi dolci. Le donne li hanno profumati per calmarsi”.

A questo proposito, ha anche ritenuto che la necessità di mantenere una distanza per l’allontanamento sociale porterà a una preferenza per profumi più stabili che possono essere percepiti a distanza.

Lou Gerer ha continuato dicendo che la permanenza forzata a casa e il lavoro a distanza non ridurranno la domanda di profumi, aggiungendo che “i profumi sono sempre una sorta di supporto … anche se la donna lavora a distanza e sta a casa, l’uso dei profumi è già diventata un’abitudine”. Saldamente stabilito per lei. “

I-talia-24.com. beh.kmg.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...