I giocatori di Paris Saint-Germain e Istanbul Basaksehir si sono rifiutati di tornare in campo, dopo che il quarto arbitro rumeno Sebastian Koltisco è stato accusato di razzismo nei confronti dell’allenatore della squadra turca dopo che la partita si è interrotta al 14 ‘del primo tempo dopo che il quarto arbitro ha pronunciato parole razziste durante il corso della partita, che hanno spinto i giocatori a lasciare il campo per protestare contro l’incidente.

https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Il club turco ha annunciato tramite il proprio account Twitter il ritiro dall’incontro e non portarlo a termine, per riferirsi alla posizione della decisione del girone, dove il Paris incontra Basaksehir nel girone finale della fase a gironi al Princes Park nella capitale francese, e la squadra francese è alla pari con Manchester United e Lipsia con 9 punti e il trio compete per Qualificati per gli ottavi di finale.

Allo stesso tempo, la squadra del Lipsia ha concluso il primo tempo, davanti al Manchester United con due gol senza risposta.

Una vivace discussione si è svolta sulla linea laterale circa 15 minuti dopo la partita, quando la tensione si è allargata alla linea laterale dei giocatori del Basaksehir di Istanbul hanno lasciato lo stadio dopo circa 22 minuti. Accompagnato dalla squadra ospite.

Il motivo della crisi è che Pierre Weibo, vice allenatore di Basaksehir, ha ricevuto un cartellino rosso dopo 14 minuti e prima della sua uscita ha scambiato alcune parole con il quarto arbitro, Sebastian Koltisco, rumeno, accusato dall’allenatore di termini razzisti, soprattutto il suo colore scuro.

L’ex attaccante del Chelsea Demba Ba ha portato i suoi compagni di squadra sulla linea laterale dopo diversi minuti di dibattito.

Allo stesso tempo, i funzionari dell’Unione Europea hanno suggerito che la partita riprendesse, con il quarto arbitro.

✍MICH….. ROMA

Rispondi