Non è un segreto che dormire a sufficienza sia uno dei modi più semplici per mantenersi in salute, ma la novità è che uno studio ha recentemente rivelato che la quantità di sonno ha effetti immediati sulla salute, anche per quanto riguarda il rischio di contrarre l’emergente virus “Corona”.

Secondo un rapporto del canale “National Geographic”, la ricerca indica che dormire meno di 7 ore a notte può aumentare le possibilità di infezione da corona.

Il sito ha affermato che, oltre alle prove che una scarsa qualità del sonno dovuta alla respirazione interrotta durante il sonno può aumentare il rischio di malattia grave (Covid-19), gli studi hanno anche dimostrato che un sonno notturno breve può aumentare il rischio di sviluppare un’infezione respiratoria come la polmonite. .

Un altro studio ha rilevato che le persone che dormono meno di 7 ore hanno quasi tre volte più probabilità di avere raffreddore e raffreddore rispetto a quelle che dormono 8 ore o più.

Inoltre, uno studio di luglio dell’Università della California, di San Francisco e della Carnegie Mellon University di Pittsburgh ha utilizzato dispositivi di localizzazione indossabili per monitorare le abitudini del sonno di 164 persone.

Dopo che tutti nello studio hanno ricevuto una dose pesante di rinovirus (noto anche come raffreddore comune), sono stati isolati all’interno delle camere d’albergo per 5 giorni ei ricercatori dello studio hanno scoperto che coloro che dormivano meno di 6 ore a notte avevano 4 volte più probabilità di avere sintomi di raffreddore. E la metà rispetto a chi dorme più di 7 ore.

Secondo il rapporto “National Geographic”, i ricercatori indicano che i rinovirus sono simili al virus emergente “Corona” sia nella loro struttura che nel tipo di risposta immunitaria che generano nelle persone, rendendoli una buona alternativa a (Covid-19).

“Abbiamo molte prove che se dormi a sufficienza, puoi sicuramente aiutare a prevenire o combattere qualsiasi tipo di infezione”, ha detto Monica Huck, neuropatologa psichiatrica alla Harvard Medical School, al “National Geographic”.

E ha continuato: “Quante morti puoi prevenire se dormi bene, o quanto sono gravi i tuoi sintomi? Penso che questo richieda ulteriori ricerche”.