I primi tre mesi di gravidanza sono i più importanti e difficili per la nascita della donna incinta e del feto insieme, poiché la maggior parte della crescita delle cellule fetali di base si verifica durante questa fase e qualsiasi danno al feto può aumentare il rischio di aborto spontaneo, ed è considerato il mese più pericoloso a causa degli improvvisi cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo Donne che le causano molti sintomi inquietanti.


I primi tre mesi di gravidanza sono i più difficili a causa dei repentini cambiamenti ormonali che avvengono sul corpo della donna, che le provocano molti fastidiosi sintomi e affaticamento, e nell’ultimo terzo della gravidanza possono anche tornare alla donna sensazioni di stanchezza e spossatezza a causa del peso extra, che può disturbarla durante il sonno. Mentre i secondi tre mesi di gravidanza, dal quarto al sesto, sono i mesi di gravidanza più stabili per la maggior parte delle donne, e non rappresentano alcun pericolo per la vita della madre e del feto, e sono chiamati i “mesi di gravidanza del miele”.


I primi tre mesi di gravidanza sono considerati uno dei mesi più difficili per la maggior parte delle donne, in quanto caratterizzati da alcuni sintomi difficili, come la nausea al mattino e un forte desiderio di vomitare, ma può svilupparsi a vomito frequente o persistente, insieme a una perdita di appetito per il cibo, che porta alla perdita di peso.
I sintomi di questa fase includono la sensazione di stanchezza per la maggior parte del tempo, la necessità di urinare frequentemente, soprattutto in inverno, e disturbi dell’umore.