La Banca dei prestiti agricoli del Marocco e la Banca europea per gli investimenti hanno firmato un accordo di finanziamento del valore di 200 milioni di euro per sostenere il settore agricolo in Marocco.
Questo accordo è considerato la prima partnership tra la Banca europea per gli investimenti e la Banca di credito agricola del Marocco a sostegno delle aziende del settore agricolo e agricolo.
Una dichiarazione congiunta ha affermato che questa partnership mira a tenere il passo con la nuova strategia agricola del Marocco, “The Green Generation 2020-2030”.
Questo massiccio sostegno rientra anche nel contesto della mobilitazione dell’Unione europea di fronte alla pandemia “Covid-19”. Il prestito è accompagnato da assistenza tecnica per supportare la Agricultural Loan Bank del Marocco nella trasformazione digitale delle catene del valore agricole e nel finanziamento verde.
La dichiarazione ha aggiunto che l’accordo è stato firmato a distanza, alla presenza di Aziz Akhannouch, ministro dell’agricoltura, pesca, sviluppo rurale, acqua e foreste, Emma Navarro, vicepresidente della Banca europea per gli investimenti, e Tariq Sijilmassi, presidente del consiglio di amministrazione della Banca del prestito agricolo.


Questo sistema di crediti adotta il finanziamento delle filiere agricole in tutti i rami della produzione senza eccezioni, e include l’intero sistema ad esso correlato dalla produzione, stoccaggio, logistica e confezionamento al confezionamento, lavorazione e commercializzazione.
La dichiarazione indicava che tutti i rami dell’industria alimentare sono considerati ammissibili a beneficiare di questo sistema di crediti, dalle aree agricole e le cooperative agricole alle piccole e medie imprese e alle piccolissime imprese.