Trasferimento importante nello sport-business. Neymar e Puma hanno ufficializzato sabato un accordo di sponsorizzazione che fa del brasiliano il nuovo capo del produttore tedesco di attrezzature. “Benvenuti in famiglia”, ha twittato il marchio tedesco con una foto del brasiliano del PSG.

Sono cresciuto guardando video di leggende del calcio come Pelé, Cruyff, Eusebio e Maradona, “che” giocavano tutti con Puma “, ha scritto l’attaccante in una lettera sui social media. “Per questi motivi, da oggi, sono onorato di entrare a far parte del marchio che ha aiutato le più grandi leggende del calcio ad essere quello che sono”, ha continuato Neymar.

Né il giocatore né Puma hanno fornito dettagli sul contenuto, sulla durata o sull’ammontare del contratto. “Neymar Jr. parteciperà alle future campagne calcistiche, comprese le campagne cross-category. È un ambasciatore del marchio dentro e fuori dal campo ”, commenta semplicemente il marchio affiancato da AFP, che invoca la riservatezza del contratto.

Questo è un cambiamento importante per il giocatore, che era stato collegato alla Nike da quando aveva 13 anni, quando non era nemmeno un professionista, ma il suo dribbling riecheggiava già gli utenti di Internet. Il quotidiano brasiliano Folha de Sao Paulo assicura che l’ultimo contratto firmato da Neymar con Nike è durato undici anni e scadrà nel 2022, per un totale di 105 milioni di dollari (88 milioni di euro).

In testa davanti a Griezmann e Hamilton

La rivista Forbes, che lo classifica al settimo posto tra le celebrità più pagate al mondo, stima i suoi guadagni per quest’anno a $ 95,5 milioni, compresi gli accordi di sponsorizzazione. Al leader mondiale nelle attrezzature sportive, con un fatturato di 39,1 miliardi di euro nel 2019, Neymar è stata una superstar tra gli altri: LeBron James, Rafael Nadal, Serena Williams, Cristiano Ronaldo, Kylian Mbappé, Luka Modric, Sergio Ramos …

Alla Puma (5,5 miliardi di euro di fatturato), è diventato immediatamente l’headliner del marchio, anche partner di Antoine Griezmann e Lewis Hamilton. Per il marchio tedesco, che nel 2020 ha visto diminuire le vendite a causa della pandemia (-16,3% nella prima metà dell’anno), questo contratto potrebbe essere un successo nel medio termine.

Sostituisci Usain Bolt

“Le persone hanno già iniziato a fare più esercizio ove possibile, anche in circostanze difficili. Ci sono molte indicazioni che la salute e lo sport saranno ancora più importanti di prima “, ha previsto l’azienda già presentando i suoi ultimi risultati trimestrali.

Puma non aveva più nella sua borsa una superstar la cui aura si estende oltre il mondo dello sport dal ritiro del velocista giamaicano Usain Bolt. Il problema è risolto con uno sportivo di livello mondiale, oggetto del trasferimento più costoso del mondo, che indosserà i suoi ramponi “King”.