Un incidente drammatico che ha strappato la vita a un autotrasportatore di 35 anni. Michele Murgia è morto schiacciato nell’abitacolo del suo camion quando una pesante trave in cemento si è staccata dal capannone di un’azianda di ingrosso alimentare ed è precipitata sul mezzo. L’incidente è avvenuto mercoledì sera a Villacidro, nel Sud della Sardegna. 

Immediato l’arrivo dei soccorsi, che hanno provato a liberare Michele Murgia con l’aiuto di una gru. Ore di tentativi, inizialmente guidati dalla voce del 35enne che si è fatta via via più flebile fino a scomparire: le ferite riportate erano troppo gravi, e l’uomo non ce l’ha fatta. 

Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta per accertare le cause del crollo. Secondo una prima ricostruzione, il container caricato sul camion avrebbe urtato la parete superiore dell’ingresso del capannone, provocando il crollo della parete sulla cabina del conducente.