Ricongiungimento delle coppie internazionali capienza nei mezzi pubblici all’80%. Sono queste le novità introdotte dal nuovo Dpcm che entrerà in vigore il prossimo lunedì 7 settembre e sarà valido fino al 30 settembre. Resta inoltre l’obbligo dell’uso delle mascherine al chiuso e all’aperto dove non può essere garantito il distanziamento e del tampone per chi rientra in Italia dai 16 paesi considerati a rischio.

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera finalmente chi ha una relazione stabile con una persona che si trova fuori dalla nazione, anche se non si è conviventi, potrà riabbracciare il proprio partner. Molte coppie per mesi non si sono potute vedere a causa delle restrizioni anti covid, ma adesso dal governo arriva il via libera. Il nuovo Dpcm stabilisce che: «è consentito l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva». Fino ad ora i rientri dall’estero potevano avvenire solo per comprovata necessità o impegni di lavoro.

Un’altra novità è sulla capienza dei mezzi pubblici, estesa fino all’80%. L’impegno è di installare dispositivi di sicurezza all’interno dei mezzi che possano favorire il distanziamento. Per il trasporto degli studenti è consentito anche il 100% della capienza, a condizione che non si stanzi nell’abitacolo per più di 15 minuti. Ovviamente in ogni caso è obbligatorio indossare la mascherina per tutti, fatta eccezione per i bambini sotto i 6 anni.

Per il resto il Dpcm conferma e proroga le precedenti restrizioni: restano chiuse le discoteche e gli stadi e resta l’obbligo dalle ore 18 alle 6 di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico e in lughi pubblici.