nel tardo di pomeriggio di ieri, questa notte due persone – marito e moglie rispettivamente di 47 e 42 anni – sono state fermate per l’omicidio del piccolo. Il bambino è stato trovato senza vita ieri intorno alle 19 in un’aiuola a Roccapiemonte, nel salernitano: la scorsa notte sono stati i Carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino e del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno a sottoporre i due coniugi a fermo di indiziato di delitto per omicidio.

Il corpicino del bambino è stato notato in un’aiuola di via Roma da un residente che ha dato l’allarme, intorno alle 19 di ieri pomeriggio. Sul posto si sono recati i carabinieri e il sostituto procuratore di Nocera Inferiore Roberto Lenza per le verifiche e gli accertamenti tecnici. Un primo esame esterno, effettuato dal medico legale, ha evidenziato la presenza di una ferita sulla testa del neonato. 

Il neonato, al momento del ritrovamento, aveva ancora il cordone ombelicale attaccato. L’ipotesi principale è che fosse nato da poche ore. «E’ una tragedia immane che ha scosso la nostra comunità», le parole ieri sera del sindaco di Roccapiemonte, Carmine Pagano che, non appena ha appreso la notizia, si è recato sul posto. «Spero che questa storia possa risolversi presto, chiunque sia il colpevole resta una tragedia infinita».